Salvaguardare il territorio per le future generazioni

Benvenuti nel nostro sito

E’ stata costituita la 101 ASUC trentina, è l’ASUC di Villamontagna. C’è molta soddisfazione e molto orgoglio da parte del comitato di gestione nel poterlo comunicare.

Le tappe per raggiungere questo risultato sono state impegnative e non prive di difficoltà ma allo stesso tempo l’esperienza è stata sicuramente stimolante ed entusiasmante.

Da secoli la vita degli abitanti di Villamontagna, si intreccia inequivocabilmente con il monte Calisio e le Cave di Pila, proprietà in gran parte indivisa e che deve poter essere goduta collettivamente dai residenti di Villamontagna: un rapporto tra una popolazione ed il suo territorio che si perpetua da tanti secoli.

logo

Finalità

La costituzione dell’ASUC è una moderna possibilità di rilancio per la montagna, che coinvolgendo le istituzioni formative e culturali del luogo possono far si che le giovani generazioni maturino la consapevolezza del significato e del valore del patrimonio civico. Le proprietà collettive sono una realtà viva e dinamica anche nella società contemporanea, una forma organizzativa delle situazioni di appartenenza che, non solo non è scomparsa, ma presenta ancor oggi rilevanti riflessi economici, sociali e ambientali.

Panorama Villamontagna

L'ASUC ha quale finalità istituzionale quella di amministrare, in maniera separata e distinta da quella comunale, i beni di uso civico frazionali, con gli obiettivi di: valorizzarli, conservarli e tutelarli come componente primaria dell'ambiente agro-silvo-pastorale e come patrimonio tradizionale della popolazione locale che gode dei diritti di uso civico sui beni.

Le ASUC hanno dimostrato e dimostrano di saper gestire al meglio le loro proprietà. Ormai è risaputo, dove ci sono le ASUC c’è una migliore gestione del patrimonio boschivo e dei fabbricati, perché ci sono gli amministratori attenti che vigilano e controllano, sanno dove c’è bisogno di un intervento di manutenzione, dove occorre costruire la strada, dove ci sono le canalette da pulire, dove meglio andare a recuperare la legna per i censiti…

Si deve inoltre sottolineare la funzione prioritaria che queste ASUC assumono nei tempi attuali, e cioè quella di salvaguardia, tutela della montagna, ma anche quello di cura del patrimonio collettivo , mantenuto nell’interesse e per l’uso più esteso sociale ed ambientale a favore dell’intera società.

Sulle proprietà collettive oltre alle attività economiche, e all’utilizzo del diritto di legnatico e di pascolo dei censiti, si sviluppano anche attività ricreative, e noi tutti possiamo utilizzarli perché le generazioni passate hanno eseguito una corretta gestione del territorio che hanno consentito la manutenzione e la salvaguardia del patrimonio d’uso civico, ora spetta a noi il dovere di conservare e difendere il patrimonio collettivo per trasmetterlo migliorato se possibile alle generazioni future.